Chiusura server Indymedia Bristol

 

Bristol seizure
Bristol seizure


Lunedì 27 giugno la polizia ha sequestrato il server di Indymedia Bristol [en ]. Durante l’azione, un volontario di Indymedia è stato arrestato. La settimana scorsa la polizia aveva avanzato la richiesta d’accesso al server per ottenere l’IP di un persona che avrebbe scritto un contributo.

Questo media è sostenuto da Organizzazioni per la Difesa dei Diritti Civili e dalla /National Union of Journalists./ Prima d’essere costretti per vie legali a dare l’accesso al server, Indymedia Bristol aveva dichiarato [en ] : “Non abbiamo intenzione di consegnare volontariamente queste informazioni come la polizia ci chiede di fare”. Si aspetta nelle prossime ore una nuova presa di posizione del collettivo di Indymedia Bristol. Questa é la seconda volta che le autorità responsabili dell’applicazione della legge attaccano dei server di Indymedia proprio prima dello svolgimento di un grande evento internazionale. In ottobre dell’anno scorso, poco prima del Forum Sociale Europeo [en ] , dei server londinesi erano stati sequestrati nel quadro di un’operazione poliziesca internazionale. Questo sequestro aveva generato un’ondata di proteste e di dichiarazioni di solidarietà da parte di numerose organizzazioni [en ]. Questa volta i fatti si svolgono proprio una settimana prima dell’inizio del Summit del G8 in Scozia[en ]. Come reazione alla maniera autoritaria della polizia di Bristol, che aveva minacciato “di svolgere arresti per intralcio alla giustizia”, un volontario d’Indymedia UK ha dichiarato “è come utilizzare una mazza per aprire una noce”. Un volontario del servizio tecnico d’Indymedia ha aggiunto “non credo che la polizia possa ottenere alcuna informazione utile dal sequestro dei server”. Per fornire una copertura decentralizzata e orizzontale delle azioni di protesta e degli avvenimenti attorno a questo Summit G8, Indymedia necessita, per ridurre i costi di banda, di mirror http supplementari . Chiunque possa aiutare fornendo mirror o aiuto è pregato di contattare imc-uk-contact@lists.indymedia.org . Potete anche sostenere finanziariamente Indymedia Bristol con un'offerta _clicca qui ).

add a comment on this article

Stop this now!

Matt Vesty Socialist Party (CWI) 29.Jun.2005 09:59

Stop this now, as a regular user of indymedia, i would like to express solidarity with the indymedia workers etc, WE SHOULD FIGHT THIS, indymedia is one of the best news sources available, and we must fight these totalitarian tactics on the part of this government to the bone...

Indignation et peur avant tout

Jean Vide 29.Jun.2005 14:26

Cette nouvelle est extremement choquante et me fait très peur...

Ces opérations se multiplient et se rapprochent et toujours aucune explication ni justification ni même une mention dans les autres média non-indépendants...

Le totalitarisme gagne du terrains et la riposte (ou la dénonciation) est toujours si peu importante (visible?). Cela ne présage rien de bon : sans vouloir etre alarmiste je suis "alarmé" !!!
J'espère que vous n'avez pas perdu de données...

Je ne sais comment faire fonctionner un miroir de site ou si je peux le faire avec mon simple espace perso mais si c'est possible, et que cela vous intéresse, contactez moi (absent à no-log.org).


Courage à vous et j'espere que l'information indépendante et libre pourra continuer à exister dans nos démocraties totalitaires...

Apoyo y solidaridad desde rojoynegro.info

rojoynegro.info 02.Jul.2005 17:19

Animo, salud y acierto en vuestra lucha diaria de contrainformación en la red.

Saludos desde el estado español y desde la web del periódico anarcosindicalista www.rojoynegro.info