rimettiamoli tutti sui barconi e rimandiamoli a casa

 


NEI BARCONI – E invece la politica francese, così istituzionale a prima vista, sta attraversando un momento di defaillance. Complice, appunto, la cavalcata dell’estrema destra e il degenerare della crisi mediorientale nell’Africa mediterranea, già in massiccia parte colonizzata dalla Republique, la destra che governa in Oltralpe sembra star passando un momento di empasse. E le lingue si sciolgono. Chantal Brunel, già portavoce dell’UMP e donna forte di Sarkozy per le pari opportunità, si è sentita in dovere di rispondere a Marine Le Pen che nei scorsi giorni ha incalzato il presidente della Repubblica sui temi dell’immigrazione (“la sicurezza al primo posto, andrò a Lampedusa perchè la politica dell’Unione Europea non funziona”, ha detto la leader della Fiamma francese); e ha pensato bene di farlo scavalcando a destra gli stessi contenuti dell’estrema destra di Le Pen: “Rimettiamo gli immigrati sui barconi”.


NEI BARCONI – E invece la politica francese, così istituzionale a prima vista, sta attraversando un momento di defaillance. Complice, appunto, la cavalcata dell’estrema destra e il degenerare della crisi mediorientale nell’Africa mediterranea, già in massiccia parte colonizzata dalla Republique, la destra che governa in Oltralpe sembra star passando un momento di empasse. E le lingue si sciolgono. Chantal Brunel, già portavoce dell’UMP e donna forte di Sarkozy per le pari opportunità, si è sentita in dovere di rispondere a Marine Le Pen che nei scorsi giorni ha incalzato il presidente della Repubblica sui temi dell’immigrazione (“la sicurezza al primo posto, andrò a Lampedusa perchè la politica dell’Unione Europea non funziona”, ha detto la leader della Fiamma francese); e ha pensato bene di farlo scavalcando a destra gli stessi contenuti dell’estrema destra di Le Pen: “Rimettiamo gli immigrati sui barconi”.

e-mail:: brunoberard@tiscali.it homepage:: http://www.fiammatricolore.com

add a comment on this article